Iniziative in corso

Traduzione del test per scoprire il Patronus Traduzione dello Smistamento a Ilvermorny Guarda da vicino del vecchio Pottermore Scritti da J.K. Rowling Immagini di Pottermore Certificato di Pottermore Traduzione domande Smistamento a Hogwarts Traduzione domande Bacchetta Download vari

martedì 19 gennaio 2016

Fantasmi

Fantasmi

Aggiungendo questo testo inedito ai Preferiti nel vecchio Pottermore, veniva catalogato tra i contenuti esclusivi riguardanti le creature. Pertanto, possiamo considerare i fantasmi dell'universo potteriano proprio come creature, pur non trattandosi di esseri corporei ma solo di energia trasparente di natura ignota.
Questo testo inedito si sbloccava nel secondo libro, la Camera dei Segreti, visitando l'infermeria nel capitolo 14. A questo punto della storia si trovano ricoverati Colin Canon, Justin Finch-Fletchley, Hermione, Penelope Light e anche Nick-Quasi-Senza-Testa. Il fantasma era stato colpito in pieno dalla maledizione che il Mostro di Serpeverde aveva scagliato col suo sguardo ammaliatore su Justin. Il ragazzo ne era uscito pietrificato, e Sir Nicholas in forma di nube nera.

Harry Potter e la Camera dei Segreti: Un altro attentato

Potevamo vedere il fantasma pietrificato scorrendo sul paravento che vedete sopra a destra per spostarlo; inoltre, cliccando sul povero Nick leggevamo quanto segue:

Fantasmi

Nel mondo di Harry Potter, un fantasma è la forma trasparente e tridimensionale di una strega o un mago deceduti, ma che continuano a esistere nel mondo mortale. I Babbani non possono ritornare sotto le sembianze di fantasmi, così come le streghe e i maghi più saggi decidono di non farlo. Sono coloro che hanno "affari in sospeso", sotto forma di paura, colpe, rimpianti o con un evidente attaccamento al mondo materiale, che rifiutano di passare alla dimensione successiva.
Fantasma

Avendo scelto un debole simulacro della vita mortale, i fantasmi sono limitati nel modo in cui possono fare esperienze. Non possono provare alcun piacere fisico e le loro conoscenze e vedute rimangono quelle raggiunte durante la vita, così che vecchi rancori (come ad esempio il fatto di avere il collo tagliato in modo incompleto) continuano a bruciare dopo diversi secoli. Per questo motivo, i fantasmi tendono ad essere, in linea di massima, di scarsa compagnia. Sono particolarmente deludenti in uno degli aspetti che più affascina la maggior parte delle persone: i fantasmi non sono in grado di dare una risposta ragionevole su come sia morire, perché hanno preferito scegliere una versione impoverita della vita.

I fantasmi possono passare attraverso gli oggetti solidi senza farsi del male o danneggiarne il materiale, ma provocano disturbi in acqua, fuoco e aria. La temperatura cala nelle immediate vicinanze di un fantasma, un effetto che s'intensifica se più fantasmi si raccolgono nello stesso luogo. La loro apparizione può anche colorare le fiamme di blu. Se parte o tutto un fantasma passa attraverso una creatura vivente, quest'ultima avverte una sensazione di estremo freddo come se si fosse tuffata in acqua gelida.

Streghe e maghi sono molto più sensibili
[1] a quelle che i Babbani chiamano attività paranormali, al punto da vedere (e sentire) la presenza di eventuali fantasmi in modo chiaro in situazioni in cui invece un Babbano avverte semplicemente che un luogo[2] è infestato di fantasmi perché freddo o "da brividi". I Babbani che insistono a dire che vedono fantasmi perfettamente a fuoco [3]potrebbero essere a) bugiardi oppure b) maghi esibizionisti, in flagrante violazione dello Statuto Internazionale di Segretezza.

[1] Il traduttore di Pottermore aveva usato il termine "soggetti" per tradurre l'originale "susceptible" in questa frase; a noi sembrava più corretto il termine "sensibili" per riferirsi alla percezione della presenza di fantasmi.
[2] Precedentemente era stato inserito il termine "posto" per tradurre "place", ci sembrava troppo letterale e colloquiale come scelta terminologica.
[3] La frase successiva è stata ritradotta, nel vecchio Pottermore era così proposta: "mentono o sono maghi esibizionisti, che stanno quindi infrangendo lo Statuto Internazionale di Segretezza."
Nella versione inglese troviamo questa frase: "Muggles who insist that they see ghosts in perfect focus are either a) lying or b) wizards showing off - and in flagrant breach of the International Statute of Secrecy."

Rimandando al prossimo testo inedito che pubblicheremo gli approfondimenti sui fantasmi di Hogwarts, in questo post ci limiteremo a dare uno sguardo d'insieme a queste creature favoleggiate da sempre anche nella cultura Babbana.
Nella saga ideata dalla Rowling, solo le streghe e i maghi possono scegliere di diventare fantasmi, anche se è una scelta che fanno solo coloro che hanno paura di morire veramente.

A proposito del fatto che queste entità possono creare disturbi nell'acqua, ricordiamo le esibizioni di profonda disperazione di Mirtilla Malcontenta: basta anche il più insignificante particolare a farla precipitare nella depressione più nera, sentimento che esprime spesso tuffandosi nello scarico delle toilette e alzando colonne d'acqua decisamente sgradevoli.

Un fantasma illustrato in una delle vecchie domande per lo Smistamento, in Pottermore
Un fantasma illustrato in una delle vecchie domande
per lo Smistamento, in Pottermore
I Fantasmi, oltre che comparire nelle vicende della saga di Harry, fanno una breve apparizione anche nel compendio "Gli Animali Fantastici: dove trovarli".
Nell'introduzione scritta da Newt Scamander apprendiamo come anche i Fantasmi siano stati consultati nell'affannosa ricerca di una definizione di "creature fantastiche".
Dopo numerose traversie, è stato il Ministro della Magia Grogan Stump nel 1811 a mettere ordine in una discussione che durava da almeno trecento anni. Creò l'Ufficio Regolazione e Controllo delle Creature Magiche, ideandone le tre divisioni: la Sezione Animali, la Sezione Esseri e la Sezione Spiriti.
Quest'ultima venne creata su esplicita richiesta di una delegazione di Fantasmi, i quali "sostenevano che era irragionevole classificarli come «esseri» quando evidentemente erano «ex esseri»".

Pare che la Sezione Spiriti riesca a esercitare un certo tipo di influenza sugli ex-esseri, quantomeno è quello che lascia intendere Mirtilla quando racconta le sue peripezie post-mortem a Harry, nel capitolo 25 del Calice di Fuoco.
Madamigella Malcontenta infatti, dopo essere stata uccisa dallo sguardo del Basilisco, si era dedicata strenuamente a tormentare la sua "nemica" a scuola, tale Olive Hornby. Era arrivata anche a perseguitarla al matrimonio del fratello, finché Olive, stanca della presenza insopportabile di Mirtilla, si è rivolta al Ministero della Magia. In qualche modo l'hanno costretta a tornare a vivere nel suo bagno a Hogwarts, ingiungendole di lasciare finalmente in pace la sua vecchia rivale, anche se non ci è dato sapere come abbiano fatto a convincerla (o obbligarla).

Sembra che i fantasmi festeggino il proprio "Complemorte", ossia la loro data di morte. Assistiamo a una di queste celebrazioni nella Camera dei Segreti, festa tenutasi nei sotterranei del castello di Hogwarts e alla quale erano stati invitati anche fantasmi che non risiedono abitualmente nella scuola. Ne parleremo più diffusamente nel commento al prossimo testo inedito, dove approfondiremo il tema dei fantasmi che vivono e operano a Hogwarts.

Concludiamo con una digressione sulla Pietra della Resurrezione, partendo da alcuni presupposti:
  • non esiste magia, buona o oscura, che possa riportare in vita i morti;
  • i fantasmi sono impronte che maghi o streghe hanno volontariamente lasciato nel mondo dei vivi, rifiutando quindi di andare "oltre" verso la morte;
  • tramite la Pietra della Resurrezione (uno dei mitici oggetti che compone la triade dei Doni della Morte) è possibile richiamare dall'Oltretomba una persona, in forma incorporea.
Secondo noi, i fantasmi e l'anima richiamata tramite la Pietra della Resurrezione non sono lo stesso tipo di entità, per un semplice motivo: un fantasma è l'impronta lasciata volontariamente da un mago o strega, che quindi ha deciso di non dire del tutto addio alla vita e ha optato per un surrogato della stessa. L'anima che viene richiamata tramite il Dono invece aveva scelto di andare oltre, proseguendo il proprio cammino per la morte e quello che ne consegue, perciò viene richiamata contro la volontà del defunto.
In ogni caso, la Pietra della Resurrezione è forse un caso unico, e in quanto tale rappresenta semplicemente un'eccezione, un caso praticamente irripetibile.
Voi che ne pensate?

19 commenti:

  1. Miao a tutti,

    sia chiaro,....se nella fanfiction delle cronache della Quinta Casa, Voldemort mi ucciderà, e voi mi richiamate dalla oltre-pigrata con la Pietra della Resurrezione,....fatemi trovare come minimo un vassoio di croccantini al pollo! Anche solo per guardarli, ghghghghgh!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ravenclaw Shadowhunter20 gennaio 2016 00:08

      Ehi ehi ehi ehi Pietra, non fare scherzi, tu ed Eileen siete fondamentali per la ribellione al malvagio regime di PotterBore! XD :*

      Elimina
  2. Pienamente d'accordo.

    RispondiElimina
  3. FantasmaMagia28219 gennaio 2016 22:22

    Ma se io utilizzassi la Giratempo come hanno fatto Harry e Hermione per evitare la morte di una persona?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ravenclaw Shadowhunter20 gennaio 2016 00:06

      Non credo che il Ministero della Magia lo consenta, se non altro per una questione di continuum spaziotemporale; come dice Silente nel terzo libro, il futuro dipende da tanti piccoli dettagli, che possono cambiare tutto... se ci pensi, è un po' come l'effetto farfalla e la teoria del caos; quindi, riflettendoci, credo proprio non sia legale... pensa se un Mago Oscuro riportasse in vita Voldemort! E comunque nella maggior parte dei casi dovrebbero essere GiraTempo particolari, come quelle che infrange Harry all'Ufficio Misteri, ovvero che siano in grado di ti portarti indietro non di tre giorni al massimo, ma anche di parecchi anni... Comunque ciò che dici è possibile: Harry e Hermione lo fanno nel "Prigioniero di Azkaban", salvando Sirius e Fierobecco, ma non per nulla lo tengono segreto, e solo Silente lo sa; anzi, è proprio lui a suggerirlo a Hermione...

      Elimina
    2. Ravenclaw Shadowhunter20 gennaio 2016 00:13

      Così come, pur esistendo GiraTempo che portano nel futuro, esse nei libri non vengono mai utilizzate, nemmeno per delle "buone cause" - e dire che non è che Harry & Co. si facciano tanti problemi di coscienza nell'infrangere le regole! Ho sempre pensato che il concetto che JKR vuole far passare è che il tempo non è che un orologio molto molto delicato, da utilizzare con estrema cautela per non fare disastri.

      Elimina
    3. Ravenclaw Shadowhunter20 gennaio 2016 00:20

      Prova ne è il fatto che queste GiraTempo molto particolari non sono disponibili sul commercio dei maghi - o almeno credo! - ma, appunto, sono custodite con cura in una stanza apposita dell'Ufficio Misteri... poi arriva quel Cimabue di Harry, che ne fa una e ne sbaglia due, e in un batter d'occhio le frantuma tutte, con una velocità da far invidia a un acaro! XD

      Elimina
    4. Concordo con Ravenclaw, direi che potremmo pubblicare il testo inedito "GiraTempo" a breve così chiariamo anche questa faccenda.
      La manipolazione del tempo è un tema da Ufficio Misteri, quindi pericoloso e insondabile!

      Elimina
    5. Ravenclaw Shadowhunter20 gennaio 2016 14:22

      Che bello, non vedo l'ora!! Mi sono posta sempre un sacco di domande sulle GiraTempo... Grazie, Eileen! ;) <3

      Elimina
  4. Ciao Eileen, ciao Stregatto, ciao a tutti. Il bell'articolo sui fantasmi mi ha ispirato alcune considerazioni. Una volta ho letto che l'essere vivente è composto da tre elementi (non due come comunemente si crede): corpo, anima e spirito. Il primo è l'organismo che meglio si adatta alla vita su questo pianeta; la seconda ne permette il movimento ed è ciò che ci fa provare sensazioni ed emozioni; il terzo elemento è la parte immortale di noi e si manifesta nei sogni, nelle ispirazioni, con l'intuito e l'immaginazione. Un fantasma quindi non è un semplice riflesso del defunto, ma il suo spirito sopravvissuto. In forma incorporea però non può provare alcunché, né fare esperienze, quindi non può mutare e resta ancorato a ciò che aveva acquisito da vivo. Sono l'anima e il corpo, in fondo che danno senso alla vita. Senza di essi lo spirito si avvilisce. Infatti non c'è un solo fantasma allegro! Per quanto riguarda la Pietra della Resurrezione, credo che il suo potere sia di richiamare solo lo spirito dei defunti da tutto ciò che ci può essere dietro il velo della Morte, ma poiché si fa contro la loro volontà essi non ne sono contenti, in quanto avevano deciso di lasciarsi dietro il loro vecchio io. Infine, riguardo coloro che dicono di vedere i fantasmi ci può essere una terza spiegazione: sono dotati di poteri magici latenti ma ancora non lo sanno. Buona giornata da Lidia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lidia! Molto interessante la distinzione tra anima e spirito, non avevo mai letto nulla del genere, e la trovo molto calzante per i fantasmi nella concezione di JK Rowling.
      Anche l'osservazione su chi sostiene di vedere i fantasmi mi piace, in pratica potrebbero essere dei babbani-quasi-maghi, come i Maghinò non hanno sufficiente magia per essere classificati come maghi o streghe, però sono qualcosa di più dei Babbani?
      Mi piace molto l'idea che ci possano essere ancora più sfumature e non solo la distinzione mago/babbano/magonò!

      Elimina
    2. Ravenclaw Shadowhunter20 gennaio 2016 14:21

      Rammento, a questo proposito, un brano parecchio interessante de "Il Cannocchiale d'Ambra", di Philip Pullman. Quando lo trovo ve lo posterò in questa discussione... mi ricordo di esserne rimasta colpita e leggendo le considerazioni di Lidia mi è ritornato in mente!

      Elimina
  5. PotterHufflepuff:
    Salve, adoro il vostro articolo,come anche tutti gli altri articoli ovviamente, è molto interessante e approfondito.Comunque ho ricevuto alcune mail di amici in cui dicevano che sul retro di alcuni libri di "Harry Potter e i doni della morte" ci sono alcuni capitoli della prima parte di quello che dovrebbe essere l'ottavo libro della saga.Secondo voi è vero? Perchè se così fosse allora,forse, significherebbe che presto ci sarà il libro completo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao PotterHufflepuff, non ho mai sentito nulla del genere. Sapresti per caso riassumere il contenuto di questi supposti capitoli dell'ottavo libro?
      Potrebbe trattarsi forse di una intervista alla Rowling in cui racconta del futuro dei personaggi dopo la fine della saga? In questo caso non è un preludio all'ottavo libro, ma un semplice approfondimento. Inoltre molte delle informazioni sul futuro dei personaggi si trovavano negli articoli della Gazzetta del Profeta nel vecchio Pottermore, testi inediti che vi proporremo in futuro.
      Su un eventuale ottavo libro ci sono solo smentite da parte della Rowling, anzi lo spettacolo teatrale "The Cursed Child" è proprio l'ottavo capitolo, ma non è previsto che venga messo su carta.

      Elimina
  6. Ciao Eileen. Mi chiedo da tempo che cosa siano effettivamente i poteri paranormali. Telecinesi non equivale a Wingardium Leviosa? E Telepatia non è Legilimens? E che dire di Imperio? A me ricorda la suggestione ipnotica... Per quanto riguarda la Giratempo credo che il loro uso sia vincolato da segretezza e divieto assoluto di modificare il passato. Sirius viene salvato perché ancora non era stato ucciso e non c'era nessuno con lui nella torre. Agli occhi dei suoi aguzzini è semplicemente fuggito, come Fierobecco. Se si tornasse indietro per qualcuno che è già morto si potrebbe salvarlo per quella volta ma quante altre occasioni di morire avrà in futuro? Si dovrebbe seguirlo in continuazione ed intervenire, ma tutto ciò aumenterebbe di molto il rischio di cambiare il corso degli eventi. Buona giornata da Lidia.

    RispondiElimina
  7. Ciao Ravenclaw Shadowhunter (complimenti per il nome, anche se ci ho messo un secolo a scriverlo...). Cos'è " Il Cannocchiale d' Ambra"? Questo titolo mi ha acceso una lampadina nella memoria, ma non riesco ad inquadrare il contesto. Forse è un romanzo di fantascienza? O Fantasy? O non c'entra niente? Saluti da Lidia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ravenclaw Shadowhunter20 gennaio 2016 20:39

      Miao Lidia! Innanzitutto grazie per il complimento, davvero... In ogni caso puoi chiamarmi come vuoi, Raven o in qualsiasi altro modo! ;)

      "Il Cannocchiale d'Ambra" è il terzo libro della trilogia fantasy "Queste Oscure Materie" di Philip Pullman. Si tratta di una saga ambientata a cavallo tra il nostro mondo e un altro, simile, ma dalla matrice più magica e vetusta, in cui le persone sono sempre accompagnate da un animale, il daimon, che, oltre a essere indice della personalità di ciascuno, è anche la concretizzazione fisica di una porzione di anima visibile anche agli altri. Protagonisti sono Lyra Belaqua, con il suo daimon Pantalaimon, e un ragazzo del nostro mondo, William Parry. Se fossi interessata a qualsiasi altra informazione chiedi pure, sono una grandissima fan di quella trilogia! Un abbraccio e buona serata! ;)

      Elimina
  8. Ciao Raven. Non so granché di questa trilogia, comunque credo che il suo autore ci metta un bel po' di cose, tra il metafisico e il mitologico. Un daimon, a quel che so io, è un'idea che ci viene dall'antico mondo dei Greci. Essi credevano che ognuno di noi prima di nascere si prefigge di raggiungere uno scopo e per poter portare a compimento questo proposito alla nascita gli viene affiancato il daimon che lo aiuterà. Comunque mischiare elementi antichissimi con altri nuovi è molto affascinante. Vedi la Rowling, ha creato un mondo che sembra nuovo con ingredienti che nel corso dei secoli erano diventati dei cliché stantii. Saluti da Lidia.

    RispondiElimina

AVVISO: Benvenuti! Potete commentare pur non essendo registrati, ma sapete che è possibile inserire un nickname? Nella tendina "Commenta come" c'è l'opzione "Nome/URL". Inserite soltanto un nome e cliccate su continua, potrete così identificare facilmente i vostri commenti! Buona permanenza nel blog!

Harry Potter - Sorting Hat 3